Vota!

In marcia contro il razzismo

Urla, insulti, botte. In una sola parola: ignoranza. Venerdì 24 Novembre è stato un giorno amaro per Parma. Perché il razzismo è tornato a fare scalpore e ha colpito improvvisamente, in maniera violenta. A farne le spese sono stati due lavoratori: Said, 50enne algerino del kebab “Carpe Diem” in via D’Azeglio, e Abdel, un ragazzo ivoriano che lavora alle sue dipendenze. I due, noti nel quartiere per la centralità del locale e la gentilezza dei loro modi, sono stati attaccati dopo l’orario di chiusura da un gruppo di circa dieci...

leggi tutto...

Share |

Fonte originale: : ParmAteneo - Thursday, 14 December