Vota!

Il mio inverno ai piedi dell’Himalaya

Ho parlato con un ragazzo anni fa che mi ha raccontato del Nepal. “Senza la carta di credito dei miei genitori non avrei potuto aiutare nessuno là.”, mi aveva detto concludendo la descrizione del suo viaggio. Poi c’è stato il terremoto a Kathmandu nell’aprile 2015, più di 8 000 morti. Così ho deciso di partire. Non con una ONG, ma da sola. Ho contattato il direttore di un orfanotrofio e con la promessa che sarebbe venuto a prendermi all’arrivo, sono partita. Credevo fermamente nella mia utilità nell’aiutare quei bambini, non...

leggi tutto...

Share |

Fonte originale: : ParmAteneo - Thursday, 11 January