Vota!

Non chiamateli cartoni animati: Death Note è l’anime in cui bene e male si confondono

L’anime è spesso considerato, in Occidente, sinonimo di ‘cartone animato giapponese’, ma non bisogna assolutamente valutare questa storica forma di intrattenimento come un contenuto rivolto esclusivamente ad un pubblico infantile, bensì come una modalità alternativa di fare cinema, spesso di altissima qualità. Basti pensare alle fantastiche opere di Hayao Miyazaki, come La città incantata, Il castello errante di Howl o la Principessa Mononoke . Non è infatti raro trovare anime ben poco adatti ai bambini, ma che, per profondità dei temi o complessità della trama, sono rivolti per lo più ad un pubblico adulto. È...

leggi tutto...

Share |

Fonte originale: : ParmAteneo - Wednesday, 31 March